Read excerpt
Évariste Galois è un genio precoce e sregolato, rivoluziona la matematica teorizzando un’importante branca degli studi sull’algebra astratta, mai ammesso all’École Polytechnique ed espulso dall’École Normale di Parigi. Fervente repubblicano, all’epoca della restaurazione post-napoleonica della monarchia di Francia, conosce anche le patrie galere del tempo. Sfidato a duello per aver compromesso l’onore di «un’infame civetta», vi trova la morte a soli vent’anni. Sapendo d’andare incontro a una fine certa, passa la sua ultima notte a sistemare i propri scritti (tutti ancora inediti) – annotando più volte sui margini «Non ho tempo!» – sicuro che i suoi studi sarebbero stati fondamentali per i posteri. E così fu. François-Henri Désérable fa di una vita da romanzo il romanzo di una vita e ricostruisce gli episodi salienti di una biografia straordinaria. Ne discendono vitali domande: come risponde la Storia al ruolo che siamo chiamati a coprire? Cos’è l’esistenza se non una sequenza di attimi che può spezzarsi senza preavviso? Nessuna risposta suona meglio di quello incarnata da Évariste Galois che ha vissuto la sua senza risparmio, con il furore e l’incoscienza incorruttibile di chi avrà per sempre vent’anni.

Book details

About the author

François-Henri Désérable

François-Henri Désérable (Amiens, 1987), con questo suo primo romanzo, pubblicato in Francia da Gallimard, ha vinto il Grand Prix de l’Histoire de Paris, il Prix Revelation Français 2015 del magazine «Lire» e il Prix du Jeune Romancier del Salon du Livre. Il suo nuovo romanzo Un certain M. Piekielny, è stato accolto con grande entusiamo dai lettori francesi.

You will also like