Non avere paura di sognare Decalogo per aspiranti scienziati

Non avere paura di sognare

Decalogo per aspiranti scienziati

Quando l’astronauta Neil Armstrong ha lasciato la prima impronta dell’uomo sulla Luna, la sua voce è entrata in tutte le case: “Un piccolo passo per un uomo, un grande salto per l’umanità”. La scienza si racconta attraverso le intuizioni delle menti geniali che la illuminano, ma spesso lascia nell’ombra i “piccoli passi” necessari a raggiungere risultati importanti. Alberto Mantovani è il ricercatore italiano più citato al mondo, ma è soprattutto uno scienziato che ama il suo lavoro. Leggendo questo decalogo per aspiranti scienziati, ci si imbatte in scoperte impreviste, incontri emozionanti, e pagina dopo pagina si scopre una guida preziosa per realizzare se stessi anche al di fuori del mondo della ricerca. Le storie di questo libro parlano di passione e rispetto, creatività e apertura al mondo, invitano a non temere la fatica, ad ascoltare gli altri e a dare valore alle loro critiche. Un decalogo per affrontare le sfide nel lavoro e nella vita, con l’ambizione e il coraggio di cambiare in meglio il mondo in cui viviamo.

Book details

  • Publisher

  • Original text

    Yes
  • Language

    Italian
  • Publication date

  • Page count

    160
  • Collection

About the author

Alberto Mantovani

Alberto Mantovani è nato a Milano nel 1948 dove si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1973. Dopo la specializzazione in Oncologia, ha lavorato in Inghilterra e negli Stati Uniti. Ha guidato il Dipartimento di Immunologia e Biologia Cellulare dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano dal 1996 al 2005, ed è stato docente dell’Università degli Studi di Brescia (dal 1994 al 2001) e successivamente dell’Università degli Studi di Milano, fino al 2014. Da ottobre 2005 è Direttore Scientifico di Humanitas e, dal 2014, Professore Ordinario di Patologia Generale presso Humanitas University. Per la sua attività di ricerca ha ricevuto diversi premi in Italia e all’estero, tra cui il Marie T. Bonazinga Award, il Premio EFIS-Schering Plough, il Premio Internazionale Galileo Galilei, il Milstein Award, il Premio Europeo di Oncologia dall’Organizzazione degli Istituti Europei del Cancro (OECI) e il Robert Koch Award 2016 per l’impatto trasversale sulla Medicina delle sue scoperte in ambito immunologico. Da diversi anni è il ricercatore italiano più citato nella letteratura scientifica internazionale.

You will also like