Una melodia infinita
Una melodia infinita

Una melodia infinita

La musica ha sempre fatto parte del mondo di Giancarlo Lucariello, sin da quando era bambino, ma è stato solo in seguito a un grave incidente che ha preso la decisione di farla diventare il suo mestiere. Con incredibile anticipo sui tempi, dopo aver ottenuto un posto come assistente alla direzione presso un’importante etichetta discografica milanese, Lucariello rischia il tutto per tutto pur di seguire il suo progetto: fare il produttore artistico. E, nello specifico, il produttore dei Pooh, che allora attraversavano un lungo periodo di crisi e incertezze. Il risultato raggiunto da Lucariello è straordinario: i cinque album da lui prodotti – Opera prima, Alessandra, Parsifal, Un po’ del nostro tempo migliore e Forse ancora poesia – non solo hanno dato nuova linfa al gruppo, ma hanno anche fatto scuola nel panorama della musica leggera, dove per la prima volta si sono sentiti gli echi della musica sinfonica e delle grandi arie dell’opera, grazie alla visione coraggiosa e fuori dagli schemi di un produttore che voleva fare musica e non solo canzoni di successo (per quanto il successo non mancherà: basti pensare a canzoni senza tempo come Pensiero, Tanta voglia di lei, la stessa suite di Parsifal...) Ora Giancarlo Lucariello ricorda, come in una sorta di memoir al tempo stesso personale e collettivo, la storia di questa avventura, ripercorrendo le scelte – musicali e non – che hanno portato alla nascita di questi storici album che hanno fatto cantare e innamorare intere generazioni; racconta il grande lavoro che c’è stato dietro, i retroscena di una creatività eccezionale e di un progetto controcorrente, le ore passate negli studi di registrazione: il risultato è un libro unico e ricco (di immagini, testi da leggere e canzoni da ascoltare) e assolutamente da non perdere non solo per chi ama i Pooh, ma anche per tutti quelli che di musica vivono.

Book details

About the author

Giancarlo Lucariello

Giancarlo Lucariello, editore, produttore, autore e regista teatrale, è una delle figure “leader” di quel settore della cultura italiana che è la musica popolare moderna. Inizia a lavorare nel mondo della musica come direttore artistico della United Artists Music, e sceglie di pubblicare in Italia il 45 giri We Have All the Time in the World di John Barry interpretata da Louis Armstrong, che raggiunge il primo posto nelle classifiche di vendita nel 1969. Comincia la sua carriera di produttore con i Pooh, che diventano subito un vero e proprio fenomeno musicale, di costume, oltre che industriale, e nel corso degli anni produce artisti come: Caterina Caselli, Alice, Riccardo Fogli, Viola Valentino, Gianni Togni, Miguel Bosè, Tosca, Giovanni Imparato, Al Bano, Giorgia, Nicky Nicolai e Stefano Di Battista. È Autore, produttore e regista anche di opere di prosa e di concerti teatrali, tra cui Il miracolo delle canzoni – presentato in prima assoluta al Festival dei 2 Mondi di Spoleto il 30 giugno 2010. Dal 1978 è presidente della società di edizioni musicali Parking e dal 2000 è presidente e direttore artistico di Classica Oggi. Dal 2003 al 2007 è stato componente della commissione musica, sezione lirica in SIAE e dal 2007 al 2011 ne è stato Consigliere d’amministrazione. Nel 2013 gli è stata conferita l’onorificenza di Commendatore al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente Napolitano.

You will also like